Home / Elezioni / Regionali/ Donato Toma si presenta: politica, economia e passione

Regionali/ Donato Toma si presenta: politica, economia e passione

Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa del Candidato alla Presidenza della Regione per la coalizione di centrodestra, il Dott. Donato Toma. Nella sala dell’Hotel Rinascimento di Campobasso, l’affluenza è stata copiosa da parte di giornalisti e sostenitori dell’attuale presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti.

Il programma politico, nella sua specifica, rimane “Work in progress”, così come indica lo stesso Toma, ma i tratti salienti vengono affrontati in un confronto tutt’altro che formale. Temi critici, per una Regione affamata di soluzioni pratiche, scadenzati puntualmente dal Toma “in ordine casuale, data l’importanza paritetica degli stessi”.
Sanità, infrastrutture, formazione e lavoro identificati dall’aspirante Governatore come tasselli del medesimo disegno di crescita. Valorizzazione del territorio e sostegno delle imprese locali i punti cardine della perseguita ascesa economica, osservati dall’occhio del cittadino e del professionista prima ancora che dell’uomo politico.

Toma si presenta come “uomo dal cuore Molisano” e professionista ultraventennale in materie giuridico economiche, prima come commercialista, poi come docente universitario. Questa sinergia di ruoli professionali, confida il Professore, farà in modo che il suo approccio alla politica regionale sarà costituito dal connubio sinergico tra pratica e teoria, fuori dalle aule universitarie, nelle questioni di un’economia reale.

La fiducia nei giovani, da “trattenere” come risorse preziose e la collaborazione tra Regioni e con lo Stato, i valori espressi in vista del riposizionamento molisano a livello Nazionale.

Non sfuggono alla sua attenzione temi come la sicurezza, l’immigrazione e l’accoglienza, nell’ ottica della sostenibilità e delle possibilità reali della popolazione e del territorio.

Lealtà umana e politica il pilastro di una personalità solida e radicata alle origini senza quali, ritiene, “Non c’è storia e non c’è futuro.” L’esposizione, chiara e dettagliata delle priorità perseguite, lascia spazio anche a ricordi di adolescenza ed esperienze di vita, il cui racconto rende umano e vicino l’uomo di una politica da troppo tempo lontana dal cittadino.

Non si sottrae alle domande sul suo rapporto con Iorio e alle considerazioni sul boom del Movimento 5 Stelle in Molise. Indica come strategia vincente, per il benessere regionale, quella della collaborazione tra partiti e personalità, non chiudendo le porte a confronti costruttivi con le controparti.

Appare onorato della chiamata ricevuta da parte di Silvio Berlusconi della quale non aveva fatto parola fino a domanda specifica posta dal pubblico.

Sottolinea con un certo orgoglio il bisogno di valorizzare i meriti regionali spingendo e curando le risorse dallo stesso tradotte in “Accoglienza, Cibo e Paesaggio”. L’incontro si è concluso tra applausi ed entusiasmo generale, provocato dalla passionalità che il Toma confessa essere la molla di propulsione per il suo operato, passato e futuro.

About Redazione

Redazione
redazione@notiziemolise.it

Potrebbe interessarti anche:

Calcio/Prima categoria, girone C: Matrice e Kalena si dividono la torta a metà

È terminata con il risultato di 2 a 2 la sfida tra il Matrice e …