Home / Ambiente / ‘Agricoltura, Industria, Territorio: proposte di sviluppo sostenibile’, se ne è parlato a Larino
pharmadriatica-sas

‘Agricoltura, Industria, Territorio: proposte di sviluppo sostenibile’, se ne è parlato a Larino

Si è parlato di futuro di produzione agroalimentare, lavoro e territorio nel convegno svoltosi giovedì a Larino. A discuterne i Senatori Giuseppe Lumia e Roberto Ruta, il Segretario regionale USB Sergio Calce e il Direttore Fruttagel Pietro Di Paolo.

Un convegno partecipato e di spessore, quello che si è svolto a Larino, nella Sala Freda di Palazzo Ducale.
Promosso dal Comune di Larino, in collaborazione con Fruttagel, si è discusso di “Agricoltura, Industria, Territorio: proposte di sviluppo sostenibile”, insieme a diversi ospiti, tra i quali il Senatore Giuseppe Lumia.

Un nuovo modello di sviluppo fondato sul binomio della sostenibilità e della legalità

Moderato dalla giornalista dell’Ansa Molise Antonella Salvatore, l’incontro è iniziato con l’intervento del Sindaco Vincenzo Notarangelo incentrato sulla realizzazione del Biodistretto dei Laghi Frentani, al quale hanno già aderito diciannove Comuni. “È la prima esperienza in Molise – ha affermato il primo cittadino – l’intenzione è quella di valorizzare il territorio, incentivare le tecniche di agricoltura biologica e reperire fondi europei”.

Agricoltura, Industria, Territorio1Un processo virtuoso di sviluppo del territorio, che sappia coniugare la produzione, il lavoro, il rispetto dei diritti e dell’ambiente e, dunque, la sostenibilità. Capisaldi della mission della Fruttagel, l’industria di trasformazione agroalimentare presente nelle Piane di Larino, così come illustrato dal Direttore dello stabilimento l’ingegnere Pietro Di Paolo.
Sergio Calce, Segretario Regione USB, ha quindi rimarcato la necessità di un piano di sviluppo territoriale, insistendo sul territorio, sul gioco di squadra, sulla dignità del lavoro che non possono essere scissi dallo sviluppo e dalla legalità.

Al Senatore Roberto Ruta il compito di illustrare alla platea le novità legislative di settore, a partire dalla legge sul biologico che il Parlamento sta per varare, sui contratti di filiera, sulla etichettatura dei prodotti, sul Decreto per il Mezzogiorno e l’istituzione della Zona Economica Speciale che coprirà tutto il Basso Molise, offrendo nuove opportunità di sviluppo per tutti i settori produttivi, in special modo per il distretto agroalimentare.

“Bisogna prepararsi, il mondo sta cambiando passo ed è necessario trovarsi pronti per la nuova fase della globalizzazione 3.0, che impone oggi di lavorare e produrre, ma rispettando tutti i dettami della sostenibilità, da quella ambientale fino a quella legale”, il messaggio del Senatore Giuseppe Lumia, già Presidente della Commissione Antimafia.

Proprio dal settore agroalimentare, ha aggiunto Lumia, l’Italia ed il Molise possono conquistare fette importanti dei mercati globali, puntando però sulla qualità, tracciabilità e sulle potenzialità non solo produttive dei nostri territori. C’è bisogno di una nuova dimensione progettuale, che rompa con le logiche del passato e punti allo sviluppo, soprattutto del Mezzogiorno, fondato sul binomio inscindibile tra sviluppo sostenibile e legalità.
Una terza via nella nuova globalizzazione, che dia inizio ad una nuova stagione capace di offrire nuove opportunità rispettose dell’uomo, della natura, del futuro da offrire alle nuove generazioni.

villa_fata_castropignano

About Redazione

Redazione
redazione@notiziemolise.it

Potrebbe interessarti anche:

Si sottrae all’arresto e si da alla fuga, rintracciato e trasferito in carcere pregiudicato 56enne

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Campobasso, in collaborazione con le Stazioni di …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: