Home / Ambiente / Approvato il Piano Energetico Ambientale Regionale. Contrari Niro, Federico, Manzo e Petraroia
pharmadriatica-sas

Approvato il Piano Energetico Ambientale Regionale. Contrari Niro, Federico, Manzo e Petraroia

Il Consiglio regionale, nella seduta di oggi, ha approvato il Piano Energetico Ambientale della Regione Molise (PEARM), con i soli voti contrari dei Consiglieri Niro, Federico, Manzo e Petraroia.

Consiglio-regione-moliseL’Assemblea, prima di iniziare la discussione generale sull’argomento, ha respinto a maggioranza una pregiudiziale del Consigliere Petraroia volta alla sospensione della trattazione dell’argomento in attesa di reperire dati più aggiornati sulla situazione di consumo e di produzione energetica regionale.

Dopo l’illustrazione degli obiettivi e delle strategie del Piano da parte del Relatore, il consigliere Salvatore Ciocca, si è aperto quindi il dibattito generale che ha visto confrontarsi, con posizioni e motivazioni differenti, vari Consiglieri, Petraroia, Niro, Iorio, Scarabeo, Fusco Perrella, Federico, Ioffredi, l’Assessore Facciolla e il Presidente Frattura.

Salvatore Ciocca“Il Piano Energetico Ambientale della Regione Molise – come ha spiegato il Relatore Ciocca – è strumento di programmazione strategica nel quale vengono definite le modalità per rispettare gli impegni comunitari al 2020, in coerenza con gli obiettivi di sviluppo delle fonti rinnovabili, e con la nuova Programmazione comunitaria 2014-2020. La pianificazione energetica e ambientale è costituita dal Piano energetico approvato dalla Giunta che, integrato con la VAS, contiene quindi le previsioni per un periodo quinquennale, e può essere comunque aggiornato anche con frequenza annuale”.

Nel Piano vengono dunque innanzitutto determinati i fabbisogni energetici del territorio e le linee di azione per l’energia. Sono poi rilevate le modalità di raggiungimento degli obiettivi di risparmio energetico e di copertura da fonti energetiche rinnovabili sul consumo finale a lordo di energia. Infine sono indicate linee di ricerca applicata nel settore delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica.

Pear MoliseSu tali basi il PEARM, quindi, si prefigge 4 obbiettivi strategici principali da realizzarsi attraverso varie azioni a medio e lungo termine:

  • Ridurre i consumi energetici;
  • sviluppare fonti energetiche rinnovabili;
  • aumentare l’efficienza energetica;
  • ridurre l’emissioni di CO2.

Tre invece sono le linee strategiche sulle quali la Regione si intende muovere per raggiungere gli obbiettivi prefissi:

1) il ruolo primario degli interventi di efficienza;
2) lo sviluppo di impianti utilizzanti fonti di energia rinnovabile secondo i principi della micro-generazione e degli smart energy systems;
3) la valorizzazione dell’agricoltura secondo le linee individuate nel Piano Agroenergetico.

Antonio FedericoIl portavoce del Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale, Antonio Federico, che ha votato contrariamente all’approvazione del PEARM, ha invece dichiarato: “Un Piano Energetico senza un Piano Territoriale Paesistico-Ambientale è un’occasione unica che ha perso la nostra Regione. Infatti oltre a sapere che energia voglio produrre ed in che modo, devo poter sapere anche dove posso farlo. Alla fine di questa lunga giornata di Consiglio invece l’unica cosa che sappiamo con certezza è che raddoppieranno le pale eoliche sul nostro territorio, ma non sappiamo dove!”

villa_fata_castropignano

About Redazione

Redazione
redazione@notiziemolise.it

Potrebbe interessarti anche:

Taglio dei boschi in Molise, termine ultimo prorogato al 6 maggio

L’assessorato all’Agricoltura ha reso noto che nella giornata di martedì 20 aprile 2021, con determinazione …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: