Home / Cronaca / Omicidio in ospedale a Venafro, chiesta la scarcerazione per l’infermiera
pharmadriatica-sas

Omicidio in ospedale a Venafro, chiesta la scarcerazione per l’infermiera

Anna Minchella, l’infermiera arrestata per l’omicidio dell’anziano ricoverato all’Ospedale di Venafro, sentita dal Gip Vera Iaselli, si è avvalsa della facoltà di non rispondere, in quanto, fa sapere l’avvocato Aldo Moscardino, non era nelle condizioni psicofisiche per farlo.

Secondo le ricostruzioni della Procura, la donna avrebbe somministrato dell’acido cloridrico al 76enne Celestino Valentino, reo di essere il padre della collega infermiera, che avrebbe ottenuto un trasferimento all’ospedale di Isernia, in luogo della stessa Minchella accusata del crimine, la quale avrebbe quindi compiuto il gesto per vendetta.

Il difensore della donna ha inoltre fatto sapere di aver depositato un’istanza di scarcerazione in quanto “mancano i gravi indizi di colpevolezza, il pericolo di fuga e della reiterazione del reato”.

Il Gip del Tribunale di Isernia deciderà nelle prossime ore riguardo la revoca della misura cautelare in carcere dell’infermiera.

Ospedale SS Rosario Venafro IS

villa_fata_castropignano

About Redazione

Redazione
redazione@notiziemolise.it

Potrebbe interessarti anche:

Presunto ordigno bellico della seconda guerra mondiale in un terreno agricolo a Campomarino

Presunto ordigno bellico della seconda guerra mondiale in un terreno agricolo a Campomarino, in contrada Cianaluca. …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: