Home / Italia / La riforma del processo penale. Ecco cosa cambia
pharmadriatica-sas

La riforma del processo penale. Ecco cosa cambia

Da oggi la riforma del processo penale è legge e a seguito della riforma cambia:

  • la disciplina della prescrizione per i reati commessi dopo la riforma – è prevista la sospensione di 18 mesi dopo la sentenza di condanna in primo grado e di altri 18 dopo la condanna in appello. La sospensione non vale in caso di assoluzione. Per rogatorie all’estero la  prescrizione è sospesa per un massimo di 6 mesi. La prescrizione per reati verso i minori scatta dal compimento dei diciotto anni del minore;
  • le intercettazioni – si assegna la delega al Governo per individuare norme per evitare che vengano pubblicate quelle non rilevanti per le indagini e relative a persone estranee al procedimento;
  • l’estinzione del reato –   per riparazione del danno procurato alla persona offesa, tramite restituzione o risarcimento, prima però  del dibattimento;
  • l’inasprimento delle pene – solo nel minimo, per i furti in casa, le rapine gli scippi;
  • l’aumento della reclusione – per il reato di voto di scambio politico-mafioso,  passa da 4-10 anni attuali,  a 6-12 anni;
  • Il rinvio a giudizio o la richiesta di archiviazione da parte del P.M. –  deve avvenire nel giro di tre mesi, prorogabili di soli altri tre mesi per casi complessi e sino a 15 mesi per reati di mafia e terrorismo.

Soddisfatto il ministro della giustizia per l’esito della votazione, dopo che era stata posta però, la fiducia sul testo. Le opposizioni si sono dichiarate contrarie.

villa_fata_castropignano

About Il Sannita

Il Sannita

Potrebbe interessarti anche:

Unsic: che senso ha “sigillare” le strutture turistiche in Italia e permettere i viaggi all’estero a Pasqua?

“Qui non c’è scontro tra rigore e aperture, ma solo il trionfo dell’autolesionismo”. È drastico Domenico Mamone, …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: