Home / Editoriali / La società dei magnaccioni
Pubblicità-NotizieMolise

La società dei magnaccioni

Voleva certamente cambiare le cose chi in Molise ha votato per il M5S; tutti gli altri, ammucchiati appassionatamente, hanno votato per Toma. Anche la sinistra, che in passato governava la Regione grazie all’attuale “destra”, oggi minaccia sfiducie per non perdere “la faccia”, pregando però che per carenza di numeri la sfiducia non ci sia, pena la perdita della poltrona.

Ebbene, il gruppo del M5S, gli unici votati da chi voleva un ricambio vero della politica molisana, vengono oggi additati, dalla destra, dalla sinistra e dalla stampa locale, come coloro che, non avendo né arte né parte, avrebbero inventato “la sceneggiata della sfiducia”. Questo è quello che viene fuori dai discorsi e dai post che imperversano sui social, da parte di quei Molisani che, testardamente, votano da decenni i medesimi soggetti: cinque anni prima la sinistra, e nell’ultima tornata elettorale gli stessi personaggi passati stavolta a destra.

Sarebbero questi i virtuosi molisani della politica. Chiedono ad altri di risolvere magagne perpetuate da decenni. Hanno portato questa regione, con scelte puramente clientelari, sull’orlo del baratro. Ebbene, gli stessi maghi della sinistra, chiedono oggi che venga sfiduciato il presidente Toma perchè, sempre per il proprio tornaconto, si possano spostare di nuovo gli stessi eletti, da destra a sinistra.

Cambiare per non cambiare nulla, questo viene chiesto da chi vorrebbe continuare a sguazzare nei favoritismi.

Nei panni dei Consiglieri 5 stelle voterei NO la sfiducia a TOMA, continuerei a farlo sfrigolare sulla graticola che si è autopreparata due anni addietro insieme a tutti quelli che lo hanno votato per evitare il cambiamento e che ora fanno la voce grossa contro tutti per nuovamente accreditarsi come coloro che oltre ad avere arte e parte, si riconosco intelligenze più spiccate di altri!

pubblicità notizie molise

About Il Sannita

Il Sannita

Potrebbe interessarti anche:

Saldi estivi, flessione di vendite del 35%. Adoc: “Tempi maturi per liberalizzazione”

“Prevista una flessione di vendite in vista dei prossimi saldi estivi in partenza i primi …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: