Home / Ambiente / Per un ambientalismo propositivo ed innovativo
Pubblicità-NotizieMolise

Per un ambientalismo propositivo ed innovativo

La società civile molisana continua ad esprimere, malgrado le difficoltà causate dal Covid-19, interessanti spunti di riflessione sul piano sia nazionale, in particolare per ciò che riguarda l’assetto futuro della reciprocità interterritoriale, sia regionale, riuscendo ad immaginare un futuro sostenibile, in linea con la ricchezza ambientale molisana . In effetti, si sta formando una classe dirigente al passo con i tempi, capace di promuovere soluzioni compatibili in ambiti territoriali. Di riflesso, il mondo ambientalista, sia pure in forma variegata, punta ad elaborare un modello di vita all’insegna della dimensione umanistica, vale a dire proteso verso un punto di svolta in materia economica.

In tale direzione, interessante è la proposta di Antonio Tomassone che, quale responsabile delle politiche ambientali del PD molisano, ha immaginato il ribaltamento sostanziale dell’assunto energetico. La proposta, infatti, mira alla valorizzazione delle risorse rinnovabili, con la consapevolezza del cittadino ambientalista. In effetti, il futuro sarà basato su di un sistema che, ponendo al centro la tematica delle risorse naturalistiche, fonderà la struttura organizzativa sull’uso appropriato delle nuove fonti d’energia, imperniato sia sul fotovoltaico non invasivo, magari attraverso la riqualificazione del patrimonio abitativo esistente, sia sull’eolico, non speculativo, collocato nelle aree industriali dismesse e presso le residenzialità confacenti. Non mancano, chiaramente, i riferimenti relativi alla riscoperta dell’energia geotermica, nonché all’ulteriore sperimentazione dell’idrogeno. Tale impostazione, prosegue il responsabile del PD molisano, permette la messa a sistema di quanto segue: “In questi mesi, con il DL Mille Proroghe (L. 8/2020), è stato dato il via a una prima fase di sperimentazione che verrà presto regolata da una delibera dell’ARERA e da un Decreto del MISE: un primo passo concreto verso la piena adozione di tutti gli strumenti indirizzati dalle nuove Direttive Europee (vedi la 2018/2001). Si concretizza un nuovo modo di vivere l’energia: si abbattono le assurde barriere che fino ad oggi hanno impedito di scambiare energia prodotta da fonti rinnovabili in Italia, persino nei condomini o dentro un distretto produttivo. Si formalizzano i diritti dei prosumer (i produttori-consumatori) e delle comunità energetiche proprio in una logica di supporto alla produzione locale da rinnovabili. C’è bisogno, come già più volto suggerito dal PD, di aggiornare (oltre che di attuare) il PEAR rivedendo gli obiettivi e inserendo una nuova strategia di sviluppo energetico che si focalizzi direttamente su imprese e cittadini nel trovare soluzioni locali intelligenti ed efficienti incentrate su energie pulite (batterie, smart grid, mobilità elettrica, etc.).

Consentire una condivisione di energia rinnovabile nei condomini e su edifici pubblici, nei centri commerciali o su edifici industriali: la sfida è all’autosufficienza energetica locale, soprattutto nelle piccole comunità energetiche, che potrebbero essere il futuro di molti piccoli comuni del Molise! Bisogna favorire, oggi più che mai, la cosiddetta green economy, che già rende più competitive le nostre imprese e produce posti di lavoro, coinvolgendo direttamente i cittadini in esperienze positive di comunità e territori. La sfida che lancia il PD Molise al Governo regionale è alla capacità di visione e programmazione in un settore cruciale per un nuovo sviluppo sostenibile.” Si tratta, secondo quanto formulato da Tomassone, di perseguire un ambientalismo propositivo ed innovativo, evitando le soluzioni localistiche. D’altra parte, si sa che gli estremisti di facciata, non opponendosi in concreto ai progetti speculativi, hanno permesso il degrado ambientale della realtà italiana. Un messaggio chiaro, dunque, che, rivolgendosi alle Istituzioni, vuole salvaguardare l’autosufficienza energetica, liberando il cittadino dalle speculazioni di ogni tipo.

pubblicità notizie molise

About Domenico Rotondi

Domenico Rotondi

Potrebbe interessarti anche:

Mappatura degli incidenti e strategie di contrasto sotto la lente dell’Osservatorio Provinciale per la sicurezza stradale

Si è riunito in Prefettura, presieduto dal Capo di Gabinetto, Francesco Montemarano, alla presenza dei …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: