Home / Molise / Il Giudice dichiara nulla la clausola sugli interessi: mutuatario vittorioso in tribunale
Pubblicità-NotizieMolise

Il Giudice dichiara nulla la clausola sugli interessi: mutuatario vittorioso in tribunale

Nei giorni scorsi, una sentenza del Tribunale di Campobasso ha accolto le richieste di un cliente dello Studio Legale degli Avvocati Aldo e Stefano De Benedittis del Foro di Campobasso. Nel caso di specie, il soggetto vittorioso in giudizio aveva stipulato con un istituto di credito un contratto di mutuo per un valore complessivo – tra capitale ed interessi – di circa € 260.000,00.

Il giudice, a seguito di perizia del CTU e accogliendo le tesi attoree, ha rilevato, nella sua statuizione, come il contratto di mutuo fosse gravato sin dall’inizio sia dall’usura che dall’anatocismo, tipico, quest’ultimo, dei piani di ammortamento c.d. “alla francese”; tale pronuncia, accogliendo le tesi sulle molteplici violazioni del Codice Civile, ha portato l’originario debito da € 260.000,00, ad € 160.000,00. Quindi, ha consentito ai richiedenti il recupero di una somma di € 100.000,00 circa. Non male di questi tempi. Infatti, una volta che in un qualsiasi contratto avente ad oggetto la dazione di una somma di denaro vengano accertate la violazione del 2° comma dell’Art. 1815 del C.C. (Se sono convenuti interessi usurari la clausola è nulla e non sono dovuti interessi.) e la violazione della norma imperativa ex Art. 1283 C.C. – che vieta la produzione di interessi su interessi precedentemente scaduti – qualunque interesse non è dovuto.

“In un momento storico come questo – precisano dallo Studio Legale – sapere che il proprio debito con la Banca diventa né più né meno che un semplice dilazionamento del rimborso di una somma depurata da qualsiasi interesse, può aiutare le imprese ed i privati cittadini a vivere più serenamente o, nel caso in cui il rimborso delle somme sia terminato, a vedersi riaccreditare somme non dovute sui propri conti correnti. Spesso accade – chiosano i legali – che i soggetti che si rivolgono agli istituti di credito per un mutuo o un finanziamento in generale, certi di aver sottoscritto un contratto con tassi d’interesse apparentemente bassi, non siano consapevoli che anche dietro ad un tasso dell’1% o del 2% si nascondano pratiche scorrette perpetrate a loro danno dagli istituti creditizi”.

pubblicità notizie molise

About Redazione

Redazione
redazione@notiziemolise.it

Potrebbe interessarti anche:

Carabinieri, Matteo Tagliaferri lascia il Comando della Stazione di Campobasso

Quasi tre anni fa la Città di Campobasso accoglieva il Luogotenente C.S. Matteo Tagliaferri come …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: