Home / Molise / Anche in Molise arrivano le Unità mediche speciali di continuità assistenziale
Pubblicità-NotizieMolise

Anche in Molise arrivano le Unità mediche speciali di continuità assistenziale

Il contrasto al coronavirus passa anche e soprattutto dalla corretta individuazione a domicilio dei possibili infetti. Intercettarli prima di arrivare all’ospedale, questa è la sfida più grande delle USCA. Con decreto del Presidente della Repubblica, infatti, sono state istituite le Unità mediche speciali di Continuità assistenziale, che avranno il compito di gestire domiciliarmente i pazienti affetti dal virus che non necessitano di ricovero ospedaliero. In Molise tra pochi giorni saranno operative tre squadre speciali, per i distretti di Campobasso, Termoli e Isernia, composte da giovani medici che hanno risposto al bando pubblicato ad hoc dall’Asrem. Saranno dotati di idonei dispositivi di sicurezza, strumentazioni e macchina con autista. I loro turni di lavoro, saranno adeguatamente distanziati da quelli di eventuale altro tipo di contratto in essere. Le unità mediche faranno capo alle guardie mediche dei vari distretti e saranno sottoposte periodicamente al tampone Covid-19.

Le USCA, così come in altre Regioni pioniere, lavoreranno per la Comunità e per conto dei loro stessi colleghi, rischiando in prima persona: dopo la fase di addestramento, andranno direttamente a domicilio dei pazienti Covid, divenendo di fatto “il braccio armato” sul territorio di tutti gli operatori sanitari. Cambia quindi la strategia nella lotta al contagio: dalla difesa si passa all’attacco, dall’ospedale si passa al territorio; ben oltre la fase dei tamponi, adesso è necessario  individuare precocemente e trattare il maggior numero possibile di pazienti affetti da Covid per contenere il futuro contagio, evitare le complicanze, limitare i ricoveri e salvare vite umane. Il virus non è certo debellato: per la sua individuazione precoce è stata pensata questa attività territoriale speciale che ci auguriamo dia presto i suoi frutti: presa in carico, a domicilio, dei pazienti Covid, anche di quelli con pochi sintomi, ma con condizione clinica riconducibile al Covid, che ovviamente non hanno necessità di ricovero, come recita il Decreto posto in premessa.

pubblicità notizie molise

About Redazione

Redazione
redazione@notiziemolise.it

Potrebbe interessarti anche:

Quella bici non è un ciclomotore, giudice annulla multe a palermitana

La bicicletta elettrica dotata di un semplice pulsante di «start assist» non è equiparabile a …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: