Home / Prima Pagina / Dissesto idrogeologico, oltre 49 milioni al Molise. Ecco i Comuni coinvolti
Pubblicità-NotizieMolise

Dissesto idrogeologico, oltre 49 milioni al Molise. Ecco i Comuni coinvolti

Mercoledì scorso il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha firmato il decreto che rende effettivo lo stanziamento di altri 362 milioni di euro per contrastare il fenomeno del dissesto in tutta Italia. Parliamo di 236 interventi rientranti nel ‘Piano operativo sul dissesto idrogeologico per l’anno 2019’. Per il Molise vuol dire 49.533.678 euro a disposizione di 25 comuni, il secondo stanziamento più imponente d’Italia per regione, a conferma che il governo ha compreso l’importanza del problema dissesto nella nostra regione a rischio sulla totalità del territorio. Ad annunciarlo è l’Onorevole del Movimento 5 Stelle, Antonio Federico.

“Tra i Comuni coinvolti – dichiara Federico – mi piace sottolineare la presenza di Petacciato a cui andranno oltre 34 milioni di euro per intervenire su un fronte franoso tra i più vasti in Europa, mentre 8.191.000 euro andranno a Civitacampomarano, il paese gioiello a rischio a causa di una frana. Tutti gli interventi previsti riguardano la sistemazione di versanti franosi, il consolidamento e la difesa idraulica, il ripascimento e la difesa delle aree costiere, la messa in sicurezza di centri abitati”.

Ecco per ciascun comune il dettaglio dei fondi a disposizione e delle zone per le quali sono stati chiesti i finanziamenti:

Campomarino, Borgo Antico: 2.000.000 euro
Montenero di Bisaccia, Costa Molisana: 2.000.000
Santa Croce di Magliano, centro abitato: 1.020.000
Frosolone, località Cese Carrate e Colle Carrise: 950.000
San Martino in Pensilis, centro storico: 999.935
Castelmauro, corso Ripa e via Condotta: 250.000 euro
Pietrabbondante, centro urbano: 231.734
Colli a Volturno, località San Lorenzo: 310.000
Gambatesa, centro abitato: 750.000
Montemitro, via Belvedere e via Dolazzo: 705.000
Palata, località Stingeto: 200.000
Spinete, centro abitato: 300.000
Sant’Angelo del Pesco, località San Luca: 215.975
Capracotta, centro abitato e via Mainarde: 400.000
Pietracupa, cimitero: 450.000
Trivento, località Casalotti: 500.000
Cerro al Volturno, frazione Case: 570.000
Lupara, centro abitato: 283.987
Agnone, frazione Fonte Sambuco: 765.785
Oratino, strade comunali Pianelle e Lenza: 640.000
Ripabottoni, località Torrente Tocca: 450.000
Limosano, strade: 400.000
Sesto Campano, località Taverna: 350.000

“Tutti questi progetti – discetta l’Onorevole Federico – vengono finanziati perché sono inseriti sulla piattaforma ReNDiS, il Repertorio Nazionale degli interventi per la Difesa del Suolo, compilata come in tutta Italia dalla Regione. Ed è sempre la Regione ad approvare la relativa graduatoria: nel caso del Molise è stato fatto con determina numero 16 del 23 marzo 2019, firmata dal direttore del II Dipartimento. I progetti finanziati, insomma, vantano punteggi più alti in questa graduatoria stilata in base a una serie di parametri approvati anch’essi dalla Regione. Quindi i Comuni esclusi, mi riferisco ad esempio a Bagnoli del Trigno e Civitanova che giustamente hanno segnalato l’esclusione nonostante convivano con importanti eventi di dissesto, devono per forza rivolgersi alla Regione e sono convinto lo abbiano già fatto”.

“Tornando al decreto ministeriale – conclude il pentastellato molisano –, aggiungo che i fondi verranno erogati in maniera diretta, quindi senza la stipula di successivi accordi di programma. Come ha detto il Ministro sono “soldi veri” con i quali interrompiamo la logica dell’emergenza e lavoriamo con una programmazione costante e interventi specifici per attenuare i rischi e le criticità sull’intero territorio nazionale anche in ottica di adattamento ai cambiamenti climatici. Sono tante le situazioni critiche in Molise, ma questo finanziamento è sicuramente un momento importante per ridare fiato a tante comunità”.

pubblicità notizie molise

About Redazione

Redazione
redazione@notiziemolise.it

Potrebbe interessarti anche:

Magnolia, ribalta domenicale: rossoblù nella tana della capolista La Spezia

Un esame di rilevanza capitale. La sfida alla leader del girone Sud dell’A2 femminile con …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: