Home / Ambiente / Legambiente Molise guarda al futuro
Pubblicità-NotizieMolise

Legambiente Molise guarda al futuro

Un vero e proprio congresso formativo quello che si è svolto, nei giorni scorsi, a Campobasso, dove Legambiente Molise, oltre a tracciare un quadro degli impegni e dei programmi ambientali concretizzatisi nello scorso quadriennio, ha voluto rivolgere uno sguardo sereno, fattivo e propositivo alla realtà molisana, inanellando, in una visione d’insieme, il contributo qualificato di giovani ricercatori e personalità del mondo accademico.

Un appuntamento importante per l’intera realtà regionale, a cui è stato presentato l’argomentato pamphlet “Molise 2030: sfide locali e cultura globale”. Si tratta, infatti, di un vademecum ambientale che, grazie al contributo del gruppo dirigente di Legambiente Molise, nonché di diverse personalità dell’ambientalismo territoriale, fra cui Vincenzo D’Andrea, nella veste di Presidente della Consulta del Matese, pone l’accento sulle problematiche vecchie e nuove della scottante tematica ambientalista. Non mancano nel cennato report studi approfonditi sia sull’andamento demografico regionale, che sulla potenzialità produttiva della necessaria economia circolare.

Ai saluti delle autorità politiche, fra cui quelli del Consigliere regionale Vincenzo Niro, dell’Assessore Simone Cretella e del parlamentare Antonio Federico, sono seguite le relazioni di Giorgio Scalesse, Manuela Cardarelli e Chiara Cancellario, i quali hanno presentato i programmi associativi per il prossimo quadriennio. La giornata di studio si è conclusa con gli interventi di Arturo Alvino, docente presso l’Università degli Studi del Molise, ed Angelo Cappuccio, Presidente della Cia Molise. I lavori congressuali, altresì, sono stati coordinati da Antonio Nicoletti, quale dirigente nazionale di Legambiente. Conseguentemente, è stata riconfermata dai numerosi soci l’intera compagine direttiva che sarà coordinata e rappresentata, per il prossimo mandato associativo, da Manuela Cardarelli, nonché dai componenti il gruppo dirigente regionale.

Dirigenti Legambiente Molise
Manuela Cardarelli riconfermata Presidente, Giorgio Arcolesse riconfermato Vice-Presidente e Andrea De Marco riconfermato Direttore. Vanno a completare il direttivo regionale Alessio Gentile che sarà Vice-Direttore, Adelia Di Iorio quale Coordinatrice della segreteria, Giuseppe Faioli con delega alle Campagne associative e Federica D’amico quale Responsabile Agricoltura e fauna. Inoltre sono stati eletti Giusi De Castro quale Responsabile Scuola & Formazione, Angelo Sanzò Responsabile del Comitato Scientifico e Marina Forleo Direttrice del Comitato Scientifico.

Sul versante beneventano
L’Ente Nazionale del Parco del Matese, sulla base degli accertamenti perimetrali effettuati dai tecnici dell’I.S.P.R.A., dovrà qualificare l’area del Sannio storico, sia sul versante omogeneo del Molise, che sui declivi naturali della provincia di Benevento. Nel prossimo futuro, ad esempio, dovrà essere rispolverato il progetto relativo alla realizzazione di una pista ciclabile lungo il percorso della storica nazionale sannitica. L’elemento progettuale, infatti, intende collegare la cittadina guardiese al borgo di San Lupo, attraverso un modello innovativo declinante la migliore valorizzazione ambientale e turistica. Oggidì sarebbe auspicabile una rimodulazione intercomunale, capace di riannodare le caratteristiche sostenibili di tutti i Comuni del Matese sud-orientale, anche alla luce dell’istituito Parco Nazionale. Nel contempo, dovrà essere differenziata l’offerta viaria grazie al completamento, non più procrastinabile, del breve tratto superstradale Guardia Sanframondi-Pontelandolfo.

pubblicità notizie molise

About Domenico Rotondi

Domenico Rotondi

Potrebbe interessarti anche:

Lavoratori ex Ittierre, Toma: Siamo in grado di assicurare cinque mesi di mobilità

«Abbiamo una buona notizia per i lavoratori dell’Area di crisi complessa, quelli della ex Ittierre, …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: