Home / Italia / Sciopero dei lavoratori della Giustizia: “Rischio vuoto d’organico entro il 2021”
Pubblicità-NotizieMolise

Sciopero dei lavoratori della Giustizia: “Rischio vuoto d’organico entro il 2021”

Sciopero dei dipendenti della Giustizia domani anche a Campobasso, Isernia e Larino. Come nel resto d’Italia, i lavoratori dell’amministrazione giudiziaria del Molise incroceranno le braccia “per la dignità dei lavoratori” e per fare presente un rischio concreto e imminente: “vuoto d’organico entro il 2021”.

I dipendenti dell’amministrazione giudiziaria sono quelli che, tra i dipendenti pubblici, guadagnano meno. Al centro della protesta, infatti, anche la mancata valorizzazione delpersonale “anziano, demotivato e pagato meno di tutti gli altri dipendenti pubblici”.
Le richieste sono le stesse che avevano ottenuto la condivisione e sulle quali erano state fornite garanzie. “Integrale scorrimento delle graduatorie per i funzionari, il passaggio degli ausiliari in seconda area, il passaggio dei giuridici all’interno dell’area, bandi per informatici, contabili e linguisti, sblocco della mobilità, ferma da anni, posizioni organizzative per i lavoratori di terza area”.

Occorre quindi senza ulteriori rinvii, procedere a risolvere le problematiche relative alla programmazione delle politiche assunzionali, alle riqualificazioni, alle progressioni economiche, alla contrattazione sulla mobilità e sugli interpelli e alla prossima convocazione per la chiusura del FUA 2018.

I sindacati infine, evidenziano un aspetto fondamentale: “In ballo -fanno notare – ci sono i sacrosanti diritti dei lavoratori e la funzionalità di uno dei settori più importanti dello stato”.

pubblicità notiziemolise

About Redazione

Redazione
redazione@notiziemolise.it

Potrebbe interessarti anche:

‘La memoria e la storia’, a Montaquila il convegno del Cif

Dopo i grandi riscontri avuti lo scorso 13 maggio a Venafro, prosegue il tour promosso …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: