Home / Temi / Attualità / Nomine Corecom, Di Lucente: “Chiasso mediatico sostenuto anche da burattinaio all’interno della maggioranza”
Pubblicità-NotizieMolise

Nomine Corecom, Di Lucente: “Chiasso mediatico sostenuto anche da burattinaio all’interno della maggioranza”

“La vicenda delle nomine al Co.re.com sta sfuggendo di mano. Gli attacchi e la campagna denigratoria da più fronti che sta colpendo il presidente del consiglio Salvatore Micone è preoccupante, oltre che carica di un odio che non riesco a spiegarmi. Quale grave colpa può aver commesso? Ha scelto delle figure da nominare dopo un’attenta analisi e dopo aver valutato le singole candidature. Non si tratta di pregiudicati, non sono figure scomode ma solamente professionisti che vengono giudicati prima ancora di aver operato. È un processo preventivo a loro e al presidente Micone che non possiamo accettare. Diciamo piuttosto come stanno le cose: semplicemente qualcuno non ha gradito di non essere stato scelto a ricoprire quel ruolo. Tutto qui. Altro che battaglie di civilità e nell’interesse dell’informazione: è solamente tornaconto personale. A sostenere questo chiasso mediatico sulle nomine c’è pure un burattinaio all’interno della maggioranza che tira le fila di una crociata che, anche in questo caso, non è affatto nell’interesse dei cittadini”.

A dichiararlo è il Consigliere regionale di maggioranza Andrea Di Lucente, spiegando la propria posizione sulla vicenda delle nomine al Co.Re.Com., effettuata nei giorni scorsi, insieme a quelle degli altri enti sub-regionali, dal Presidente del Consiglio regionale, Salvatore Micone.

Di Lucente poi aggiunge: “Mi fa specie vedere come il deputato grillino Antonio Federico si stia prodigando per portare all’attenzione dei palazzi romani la piccola vicenda del Co.re.com molisano. Peccato che poi, sempre a Roma, abbia votato a favore delle misure che stanno affossando la stampa della sua regione: una schizofrenia politica che davvero non riusciamo a capire. Gradiremmo, invece, che aiutasse a sbloccare la questione del commissario ad acta per la sanità, visto che da cinque mesi siamo appesi a questo filo. Quella sarebbe una vera battaglia nell’interesse dei molisani”.

rubriche

About Redazione

Redazione
redazione@notiziemolise.it

Potrebbe interessarti anche:

Analisi e dati per progettare interventi di sviluppo. Appuntamento alla Cciaa del Molise

Se la Lombardia è la regione con la quota più elevata di imprese a partecipazione estera, …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: