Home / Elezioni / Angelo Minotti (Sinistra Italiana): “L’Ulivo 2.0 è stato un disastro. La sinistra si dia un progetto e costruisca un rapporto di fiducia con i cittadini”

Angelo Minotti (Sinistra Italiana): “L’Ulivo 2.0 è stato un disastro. La sinistra si dia un progetto e costruisca un rapporto di fiducia con i cittadini”

Nei giorni scorsi, prima della convergenza su Carlo Veneziale come candidato alla presidenza della regione, Angelo Minotti si è dimesso dalla carica di responsabile organizzativo regionale di Sinistra Italiana.

Lo ha fatto con questa lettera, inviata ai vertci regionali e nazionali del partito:

“Le elezioni regionali che si terranno il prossimo 22 aprile non promettono niente di buono per il mio Molise e per la sinistra nella quale milito da sempre. Si prospetta una sconfitta che è stata preparata quando, con la creazione dell’Ulivo 2.0, la sinistra si è messa a disposizione del Sen. Roberto Ruta che stava combattendo una guerra privata contro il suo ex pupillo Paolo Di Laura Fratura. Ho detto più volte che non condividevo una battaglia senza validi obiettivi e senza una strategia convincente. Ho mandato messaggi scritti ai responsabili nazionali e regionali del mio partito, ma non ho ufficializzato il mio profondo dissenso perchè speravo in un ravvedimento e in un cambio di rotta. Speravo che la sinistra non si mettesse completamente nelle mani di un parlamentare che rispetto, ma che non ha mai avuto nulla a che fare con la sinistra. Ora è tutto chiaro. Sinistra Italiana e Liberi e Uguali sono stati inghiottiti da Ulivo 2.0 che li porta velocemente verso il dirupo. A questo punto scendo da un treno impazzito, ma non rinuncio a combattere per i miei valori di sempre. Lo faccio con queste dimissioni da Responsabile Organizzativo regionale di Sinistra Italiana che mi procurano un profondo dolore, ma che sono inevitabili e irrevocabili.”

“La presentazione delle liste, avvenuta questa mattina – dichiara Minotti -, certifica che avevo ragione. La spedizione dei “mille garibaldini” è naufragata e il condottiero Ruta è stato giustamente restituito al suo lavoro. La sinistra non può, per parte sua, ritirarsi a vita privata. Deve analizzare gli errori fatti e trarne le dovute conclusioni, se vuole evitare di ripeterli in futuro”.

rubriche

About Redazione

Redazione
redazione@notiziemolise.it

Potrebbe interessarti anche:

Furto al bancomat dell’ufficio postale, denunciata una campobassana

Personale del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Campobasso, a seguito di accurata attività …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: