Home / Rubriche / Eventi / Torna il Festival Internazionale della Zampogna, un binomio (cultura e divertimento) più che vincente!
Pubblicità-NotizieMolise

Torna il Festival Internazionale della Zampogna, un binomio (cultura e divertimento) più che vincente!

Continua la rassegna degli eventi più in dell’estate molisana e non solo.

All’ordine del giorno il Festival Internazionale della Zampogna, una delle manifestazioni popolari e folkloristiche più apprezzate di tutta la penisola che dal 1975, l’ultimo week end di luglio, invade le strade di Scapoli, piccolo comune molisano della provincia di Isernia.

Una lunga tradizione quindi quella che caratterizza il borgo appartenente al Parco Nazionale del Lazio, Abruzzo e Molise, legata ad uno strumento pastorale la cui particolare costruzione, con legni di ulivo, ciliegio e prugno, si tramanda di generazione in generazione. È infatti a Scapoli che si trovano le ultime storiche botteghe artigiane che si dedicano alla creazione di questi ricercatissimi strumenti, Zampogne e Ciaramelle (pifferi), molto in voga sia in Italia che all’estero.

Merito di questo straordinario patrimonio culturale se, il paesello situato a 611 metri sopra il livello del mare, circondato da montagne e masse rocciose (come dice il nome stesso), pullula, per due (o tre per gli stakanovisti del divertimento che decideranno di accamparsi nella bellissima e suggestiva aria camping di Castel San Vincenzo) lunghi giorni, di gente proveniente da ogni dove.

scapoli_festival_internazionale_zampognaDenso di eventi il programma di questo anno, appena pubblicato e consultabile interamente sul sito del comune, che invaderà le stradine arroccate del borgo.

L’apertura (ufficiale) del festival avrà luogo sabato 29 in mattinata con la presentazione della XLI Mostra Mercato e Festival Internazionale della Zampogna e l’apertura degli stands a cura dei maestri artigiani di Scapoli. La giornata proseguirà tra visite guidate e presentazioni delle collezioni di Zampogne e strumenti a fiato fino a sera quando inizieranno, in Piazza Martiri, i vari concerti di gruppi provenienti da varie regioni italiane. Idem il giorno seguente, il 30 Luglio, che vedrà esibirsi tra le strade in festa suonatori di Zampogne e vari Gruppi di musica Popolare. Vino, musica, tarantelle, cibo e atmosfera gioviale: ingredienti che trasformano il comune isernino, di soli 650 abitanti circa per tutto l’anno, in un focolaio di giovani e non solo, provenienti da tutta la regione e da quelle limitrofe, che hanno voglia di divertirsi e riscoprire l’appartenenza culturale e la vecchia, ma sempre evergreen, tradizione musicale.

E se qualcuno crede nella magia della Zampogna solo a Natale, direi che non è ancora stato a Scapoli!

rubriche

About Marilena Felice

Marilena Felice

Potrebbe interessarti anche:

Dal libro “Nella Setta” di Piccinni e del molisano Gazzanni presentato Ddl contro il fenomeno settario

Dopo le decine di denunce raccolte da Flavia Piccinni e dal molisano Carmine Gazzanni nel …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: