Home / Cronaca / Campobasso, pregiudicato di origini rom agli arresti domiciliari per false dichiarazioni
Pubblicità-NotizieMolise

Campobasso, pregiudicato di origini rom agli arresti domiciliari per false dichiarazioni

La Squadra Mobile della Polizia di Stato di Campobasso, ha sottoposto alla misura alternativa della detenzione domiciliare, C. A., classe 1945, di origini rom, in esecuzione di un provvedimento del Tribunale di Sorveglianza di Campobasso e di condanna per false dichiarazioni ai fini dell’ammissione al patrocinio a spese dello Stato. L’interessato aveva chiesto l’affidamento ai servizi sociali, non concesso sia perché la residua pena da espiare è breve, sia perché già in precedenza per ben due volte, dopo l’ammissione alla prova, si rendeva responsabile di reati. La persona in argomento annovera precedenti per furti, truffa, rapina.

La stessa Squadra Mobile, inoltre, ha tratto in arresto, in esecuzione di un provvedimento del Tribunale di Sorveglianza di Campobasso, P. F., classe 1966 di Campobasso, che revocava la misura alternativa della detenzione domiciliare a seguito di violento litigio verbale (per futili motivi) avvenuto il 02.07.2017 tra il condannato e una vicina di casa, la quale veniva attinta da calcio e schiaffo e da uno spintone. Apparendo, la violenza, allo stato degli accertamenti, incontrollata e del tutto sproporzionata in rapporto all’entità dei fatti da cui hanno avuto origine e all’asserita ingiusta offesa subita, il Tribunale di Sorveglianza riteneva il comportamento di tale gravità da risultare incompatibile con la prosecuzione della misura alternativa della detenzione domiciliare. L’arrestato veniva tradotto al carcere di via Cavour.

rubriche

About Redazione

Redazione
redazione@notiziemolise.it

Potrebbe interessarti anche:

Tentata truffa, fabbricazione di documenti falsi e circonvenzione di incapaci: denunciate due persone

La Polizia di Stato ha denunciato alla competente Autorità Giudiziaria C.E., di anni 71, e …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: