Home / Ambiente / Venerdì 30 a Pontelandolfo il convegno: “Un patrimonio al vento l’eccesso dell’eolico nel Sannio”
Pubblicità-NotizieMolise

Venerdì 30 a Pontelandolfo il convegno: “Un patrimonio al vento l’eccesso dell’eolico nel Sannio”

La mobilitazione in difesa del Matese e delle aree appenniniche interne, ha spinto l’Unione Italiana Consulenti Ambientali a promuovere per domani, 30 giugno, a Pontelandolfo (BN) un convegno di respiro nazionale sui rischi connessi con la proliferazione incontrollata dell’eolico selvaggio.

Locandina Pontelandolfo 30 giugno 2017Il Consigliere regionale del Molise, Michele Petraroia, membro della Terza Commissione Permanente ‘Ambiente, Territorio, Infrastrutture e Trasporti’, insieme al presidente di UNICA, l’Unione Italiana Consulenti Ambientali, la dott.ssa Giulia Ciaramelli, hanno sollecitato un’unità d’intenti più ampia delle popolazioni interessate dagli innumerevoli progetti di installazione di centinaia di impianti altamente impattanti che non si limitano a stravolgere il paesaggio, a danneggiare le aziende agricole, ad impedire una valorizzazione turistica e ad allontanare diverse specie di animali a ridosso dalle pale eoliche, ma rappresentano un pericolo anche per la sicurezza e la salute dei cittadini come è stato dimostrato da più studi scientifici effettuati da Università e centri di ricerca.

Il convegno sarà moderato da un editorialista del Corriere della Sera e vedrà intervenire esponenti del Governo Nazionale, della Giunta Regionale della Campania, il Sostituto Procuratore Generale della Corte d’Appello di Napoli, lo scrittore Pino Aprile, il Presidente dell’Ordine degli Psicologi della Campania oltre alla Coldiretti, alla Confederazione Italiana Agricoltori, al WWF, ai Consulenti Ambientali e a esperti di inquinamento acustico ed elettromagnetico.

Il Presidente dell’Unione Nazionale Consulenti Ambientali e l’ex Magistrato che hanno organizzato l’iniziativa sollecitano una forte partecipazione anche della popolazione molisana per offrire un contributo utile alla causa portando l’esperienza della mobilitazione in difesa della Valle del Tammaro partita nel lontano 2003 insieme all’infaticabile Luigi Di Marzio di Cercemaggiore ed ancora in corso, tra alterne vicissitudini, contenziosi e scontri ad ogni livello, nessuno escluso.

Appuntamento, dunque, domani 30 giugno, dalle ore 15:30, presso l’Auditorium della Chiesa S. Maria degli Angeli a Pontelandolfo (Bn).

 

rubriche

About Redazione

Redazione
redazione@notiziemolise.it

Potrebbe interessarti anche:

Pasquetta al Borgo, lunedì 22 aprile a Fornelli la suggestiva Discesa dell’Arcangelo

Un lunedì in albis ricco di storia e tradizione in paese. Grazie alla collaborazione ormai …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: