Home / Ambiente / Calendario venatorio e caccia al cinghiale, parere negativo della II Commissione
Pubblicità-NotizieMolise

Calendario venatorio e caccia al cinghiale, parere negativo della II Commissione

Nella giornata di ieri si è riunita la II Commissione consiliare permanente della Regione Molise per deliberare in merito al Calendario venatorio 2017/2018 e al Regolamento per la caccia di selezione agli ungulati. La commissione ha espresso parere negativo su entrambi i lavori, con i voti favorevoli dei soli consiglieri Filippo Monaco e Salvatore Micone e gli astenuti e contrari Patrizia Manzo, Nicola Cavaliere e Massimiliano Scarabeo.

Il consigliere delegato Cristiano Di Pietro, ha commentato a caldo: “Il parere della Commissione non è vincolante e dunque, mi preme rassicurare i cacciatori molisani sul fatto che sia il Calendario, sia il Regolamento non subiranno alcuna battuta d’arresto nonostante il voto contrario e l’astensione di alcuni consiglieri, ascrivibile a scelte di natura prettamente politica e ostativa. La Giunta regionale del Molise andrà avanti e proseguirà l’iter per l’approvazione finale”.

Cristiano Di PietroPoi ha aggiunto: “Ho letto che la motivazione del parere negativo sia da attribuire al netto ritardo della presentazione del relativo testo in Commissione rispetto a quanto previsto dal dispositivo legislativo. Occorre pertanto, ancora una volta, fare chiarezza e precisare, a dispetto della strumentalizzazione politica sul caso, che il calendario venatorio deve essere approvato entro metà giugno, termine previsto dalla normativa vigente, ma non perentorio. La Giunta regionale del Molise con delibera n. 206 del 06/06/2017 ha espresso parere favorevole sia sul Calendario che sul Regolamento e inviato immediatamente l’atto al Consiglio regionale per l’acquisizione del previsto parere della competente Commissione consiliare la quale si è riunita per licenziare il testo solo dopo tre settimane. Abbiamo lavorato sodo – continua Di Pietro – per rispettare i termini previsti dalla legge e fa sorridere ricevere le critiche da chi in passato ha approvato il calendario nel mese di settembre, il giorno prima dell’apertura della caccia.

Quanto al Regolamento per la caccia di selezione al cinghiale, si sostiene che essa non trovi “legittimazione in quanto manca il parere dell’ufficio legislativo (avvocatura regionale), la regione Molise non dispone di una legge regionale sulla caccia, situazione che inficia”. È vero che la legge regionale non prevede questo tipo di caccia individuale, ma come per altre questioni in assenza della legge regionale si fa sempre riferimento a quella nazionale! Motivazioni dunque prive di fondamento che non fanno altro che avvalorare la tesi del semplice e immotivato ostruzionismo. Per mere questioni personali, si danneggia una categoria che nulla ha a che fare con queste inutili rappresaglie politiche di palazzo. Ulteriore dimostrazione di chi, pur di soddisfare i propri capricci e completamente consapevole del potenziale danno, non si ferma davanti a nulla.

Noi – conclude il consigliere – siamo dalla parte di chi lavora e si impegna, lasciamo queste quisquilie ai detrattori e andiamo avanti per la nostra strada!”

rubriche

About Redazione

Redazione
redazione@notiziemolise.it

Potrebbe interessarti anche:

Derivazione abusiva di acque pubbliche, denunciato imprenditore

I Carabinieri Forestali  di Isernia durante i servizi di controllo del territorio per la tutela …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: